Dunamis Architettura

Dunamis Architettura

Menu

Ex M.O.F.

Nuova sede dell'Ordine degli Architetti e dell'Urban Center di Ferrara

Descrizione:

Il fabbricato oggetto di intervento sembra racchiudere nella propria vocazione il rilievo di carattere urbano che il nuovo Masterplan gli riserva. L’impianto planimetrico del piano di accesso è infatti disegnato attorno alla grande aula, voltata a botte e impreziosita, sulle pareti terminali, dagli affreschi del Cattabriga. La sala delle contrattazioni è tagliata trasversalmente dal passaggio che mette in immediata comunicazione, anche visiva, i fronti lunghi, connettendo i due accessi principali; alle estremità di questa direttrice trovavano posto l’asse urbano di Corso Isonzo e, sul retro, gli ampi spazi di servizio dei mercati. Proprio la prevista trasformazione di queste aree in un’ampia piazza pubblica prospiciente i nuovi edifici direzionali, ha suggerito l’intero approccio progettuale ai temi di rifunzionalizzazione e valorizzazione dell’edificio. La risposta è stata individuata nell’azione simultanea di due semplici meccanismi quali la naturale estensione dello spazio pubblico dalla piazza agli spazi di pertinenza prospicienti i fronti corti dell’edificio, e la conseguente nascita di una seconda linea di forza, ortogonale alla prima e generata dalla recente trasformazione urbana.

Lo svilupparsi della piazza a circondare il fabbricato razionalista è segnato dalla creazione di tre volumi in negativo, in grado, al contempo, di caratterizzare l’intervento con segno sinceramente contemporaneo e di preservare l’intimo rapporto fra l’edificio e il suo contesto. Il patio principale si apre sul fronte sud-ovest e si configura come vero punto di contatto aggiuntivo fra lo spazio interno e il sistema degli spazi pubblici circostanti; questa intima piazza alberata materializza la nuova linea di sviluppo dell’edificio che connette idealmente gli spazi dell’Urban Center, luogo di dibattito e partecipazione sulla città che sarà, con gli ambienti destinati a ospitare le funzioni commerciali e ricreative (come il bookshop e la caffetteria). Queste ultime si proiettano all’esterno e si pongono l’obiettivo di rendere l’edificio attrazione e punto di ritrovo per il nuovo quartiere e la città tutta. Sul fronte opposto (nord-est) trovano posto un vuoto di dimensioni cubiche, creato a servizio del vano tecnico ipogeo che sostituisce la superfetazione oggi addossata allo stesso fronte e una lieve depressione atta a individuare un’area di sosta e incontro circondata da sedute, anch’essa segnata da vegetazione di alto fusto.

Crediti:

Capogruppo: Dunamis Architettura
Design Team: Dunamis Architettura (Stefano Balassone, Lorenzo Cantalini, Giovanna Marchei, Roberta Pezzuti)
Collaboratori: Chiara Colapietro, Jole Boccabella
Immagini: Mauro Mauriello

Sito:
Ferrara (FE) – Italia

Anno:
2014

Committente:
Comune di Ferrara, Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Ferrara

Programma:
Restauro e rifunzionalizzazione dell’Ex Mercato Ortofrutticolo