Dunamis Architettura

Dunamis Architettura

Menu

Land-Water Metamorphosis

EUROPAN 11
What Architectures For Sustainable Cities?
Leeuwarden - Living With Water

Descrizione:

Influenze urbane

Il progetto incoraggia ed enfatizza l’ingresso del canale, il Van Harinxmakanaal, all’interno del lotto; la via d’acqua non deve essere visto come barriera invalicabile tra la città e le aree di espansione, ma come un vero agente unificante per lo sviluppo di nuovi insediamenti urbani. A tale scopo questo approccio mira a trasformare il fiume in un nuovo centro della vita urbana attraverso la creazione di spazi pubblici lungo la riva sud (aree verdi e percorsi pedonali), in grado di ricucire la città attraverso le due rive. Lungo il lato sud del lotto, la presenza del ritmo identificabile sui campi, diviene un elemento caratterizzante il progetto, finalizzato alla conservazione del sito e alla creazione di nuove tracce per i futuri sviluppi urbani della zona, garantendo così a tutti la possibilità di un facile accesso al canale. La rilettura in chiave contemporanea dei tipi edilizi tradizionali, si propone di garantire ai futuri residenti le condizioni di vita tipicamente Frisoni, parte integrante della cultura del luogo.

Concept di progetto

METAMORPHOSIS: Leeuwarden è il luogo di nascita di Escher e proprio nel lavoro di questo artista, il progetto ha trovato il suo punto di partenza: una metamorfosi monodimensionale, che vede come asse centrale il percorso del Boksumerdyk. Lungo questo percorso si svolge la trasformazione Escheriana, che muta progressivamente la superficie terrestre in acqua. L’intero masterplan è concepito in diversi strati sovrapposti. ACQUA-TERRA – L’Acqua entra nella zona e diviene la principale via di comunicazione, un luogo per il tempo libero, e un modo per sviluppare nuove relazioni sociali. Per questo motivo, nel progetto, raggiunge l’85% delle unità abitative. Il suo dialogo con il terreno varia e muta fra il porto turistico (situato all’estremità ovest del lotto), dove c’è una prevalenza assoluta delle vie d’acqua, e le aziende agricole (all’estremità orientale dell’area) dove dominano le superfici coltivate.
EDIFICI – Attraverso il concetto di ‘data-matrix code’ lo stesso strato edificio si scompone per integrarsi con i sistemi acquatici e terrestri a completare il masterplan al fine di garantire a tutti i fruitori uno spazio di vita eterogeneo e flessibile (costituito da: strada – parcheggio e area di accesso – area verde privata – attracco privato – percorso d’acqua).
La definizione del linguaggio architettonico vede la purezza delle forme in netto contrasto con l’apparente casualità scelta per il disegno urbano. I semplici volumi parallelepipedi, finiti con uno strato di intonaco bianco, vengono rotti e al tempo stesso evidenziati dalle superfici in mattoni grezzi (il mattone è il materiale tipico nel linguaggio architettonico locale) che avvolgono altri corpi, in aggiunta o in sottrazione, a coprire le superfici di taglio interne.

Crediti:

Capogruppo: Giovanna Marchei
Design Team: Dunamis Architettura (Stefano Balassone, Lorenzo Cantalini), Rocco Pappaccogli
Collaboratori: Roberta Pezzuti, Francesco Rotiroti

Sito:
Leeuwarden – Olanda

Anno:
2011

Committente:
Municipalità di Leeuwarden

Programma:
400 Unità residenziali – Masterplan