Dunamis Architettura

Dunamis Architettura

Menu

Liceo Farnesina

Descrizione:

L’intero progetto è articolato attorno a una spina centrale di percorsi, sviluppati su più livelli a costituire una nuova arteria pedonale, tracciata secondo il naturale sviluppo del sito, che a mezzo di tratti in piano e rampe è in grado di tessere relazioni costantemente mutevoli. Una nuova via urbana prende origine dal parco pubblico e sale a disegnare una passerella soprelevata che, lungo il suo sviluppo definisce, in veste di architrave, due portali posti a segnare le vie di accesso all’edificio storico. L’edificio proposto come primo lotto di intervento è una struttura a forte connotazione longitudinale, posta a dialogare direttamente con il massivo volume della palestra; il corpo di fabbrica, articolato su tre livelli, vuole anzitutto dare adeguata risposta al tema dell’inserimento del manufatto in un contesto fortemente caratterizzato dalla presenza del verde. A tale scopo, a spezzare la rigida successione delle aule, sono stati scavati nel volume due patii, richiusi sul prospetto posteriore dalla permeabile superficie di listelli in cotto, sui quali si affacciano sia i connettivi interni sia gli spazi per la didattica. Il ritmico alternarsi degli spazi per la didattica e dei patii, scandito dal succedersi dei setti aggettanti in calcestruzzo pigmentato faccia vista, è collocato sul fronte est, in diretto dialogo con i giardini di villa Cassia, in modo tale da garantire anche un’esposizione ottimale in funzione delle attività ospitate nell’edificio. Il fronte ovest ospita invece le strade interne all’edificio; queste ultime, poste in stretta continuità con il sistema dei percorsi realizzato nel lotto, sono racchiuse da una alta parete che, piegandosi, rivela tutta la tensione ben riconoscibile nei tratti planimetrici. L’intero involucro è rivestito da una pelle in cotto a doghe piane alternate a listelli frangisole. L’edificio destinato al secondo lotto di intervento nasce invece dall’esigenza di ricucire il fronte stradale, spingendo lo sviluppo del costruito fino al limite di progetto dei quattro livelli e portando l’impronta a terra il più possibile vicino al margine anteriore del lotto. Il corpo di fabbrica è unito al primo edificio tramite un atrio comune e, al livello superiore, per mezzo della piazza esterna di arrivo delle rampe. Sul fronte strada sono aperti due ulteriori accessi, l’uno al piano terreno, l’altro, posto in cima a un’ampia scalinata, al livello superiore. I connettivi trovano posto lungo la fascia sinistra di ciascuno dei due corpi andando a incidere due tracce verticali che costituiscono le uniche aperture del fronte principale. Il prospetto sud è invece caratterizzato da grandi aperture sui vani destinati alle attività didattiche protette dalle fasce frangisole.

Crediti:

Capogruppo: Lorenzo Cantalini
Design Team: Dunamis Architettura (Stefano Balassone, Lorenzo Cantalini), Giovanna Marchei

Collaboratori:

Francesco Rotiroti, Roberta Pezzuti

Sito:
Roma (RO) – Italia

Anno:
2010

Committente:
Provincia di Roma

Programma:
3.700 mq – Nuovi edifici scolastici

Budget:
3.300.000