Dunamis Architettura

Dunamis Architettura

Menu

Wine Culture Centre

Nuova sede della Cantina Valpolicella Negrar

Descrizione:

Il progetto per il Wine Culture Center vuole creare uno spazio che unisca agli aspetti propri della tradizione produttiva locale quelli finalizzati a diffondere la storia e la cultura vitivinicola che costituiscono l’essenza di queste terre. Il vino vuole dunque diventare veicolo di conoscenza e promozione della Valpolicella e delle sue antiche tradizioni.
La lettura del contesto rivela come una grande fascia antropizzata attraversi il paesaggio rurale della Valpolicella e la proposta progettuale mira a ricucire lo scenario sub-urbano ritmato dai vigneti e popolato dai grandi insediamenti produttivi. Per materializzare questa rifusione dei filari artificiali scivolano sopra la trama a plasmare l’edificio del Wine Culture Center. La direzione prevalente del vento nella zona (NE) ha suggerito il senso di tessitura dei filari per garantire una ottimale ventilazione naturale all’intero edificio.
Il nuovo fabbricato riprende la forma a L del lotto ed è costituito da due piastre sovrapposte che risentono, nelle loro forme, del movimento dei filari che invadono dinamicamente l’area costruita.
La genesi dei filari reinterpreta l’immagine del tradizionale sistema di essiccazione verticale della frutta nel quale i grappoli, fissati alle reti sospese a soffitto, creano una texture organica che interagisce con la luce naturale dei fruttai a creare trame in chiaroscuro sempre nuove. I filari artificiali che caratterizzano l’intero intervento sono costituiti da due pannelli di vetro strutturale fra i quali trova posto un reticolo di cilindri in legno di bambù, disposti secondo un disegno apparentemente casuale a riproporre il sempre nuovo gioco di luci e ombre. Questi oggetti compositi sono la via di accesso principale per la luce in tutta la struttura produttiva e museale, trasformando l’idea delle uve appese in un materiale leggero dalla trasmissione diafana.
La leggerezza dei filari contrasta con l’apparente imponenza dei pannelli di cemento con cui sono trattate le superfici esterne delle due grandi piastre che formano il corpo della cantina-museo; durante la notte anche questi forti volumi rivelano però la loro capacità di trasmettere la luce interna grazie alla scelta dei pannelli in calcestruzzo trasparente.

Crediti:

Capogruppo: Lorenzo Cantalini
Design Team: Dunamis Architettura (Stefano Balassone, Lorenzo Cantalini, Giovanna Marchei, Roberta Pezzuti), Mauro Mauriello
Collaboratori: Chiara Colapietro, Mariangela De Vita

Sito:
Valpolicella – Italia

Anno:
2014

Committente:
Cantina Valpolicella Negrar

Programma:
3.800 mq Spazi per la Produzione – 2.500 mq Spazi Espositivi